LIBRO GRATUITO DI O'REILLY: IS REPORTING DEAD (IL REPORTING È MORTO)?

L'evoluzione di una classica strategia di consegna delle informazioni spiegata da Teodor Danciu, fondatore e architetto di JasperReports, e da Tom McKibben, esperto di lunga data del settore.

oreilly-reporting-cover.png

Il mondo è fatto di dati. I nostri sensi elaborano parecchi gigabyte di informazioni ogni giorno e in ogni momento della nostra vita. Molte di queste informazioni sono indispensabili per la nostra sopravvivenza. Tuttavia, gran parte di esse vanno perse poco dopo essere state raccolte. Circa 5000 anni fa, qualcuno decise che era una buona idea iniziare a raccogliere informazioni importanti e presentarle in una forma di facile comprensione, per consentire di trarre profitto dai dati. Era nata la prima forma di report!

Un recente sondaggio ha rivelato che molte delle più importanti aziende ottengono ancora l'88% dei dati su cui fanno affidamento dai report.

Lungi dall'essere morto, persino in un'era dominata da Big Data, Data Science e Machine Learning, il reporting continua ad avere un ruolo fondamentale. In questo libro presentiamo una panoramica dettagliata sul passato, il presente e il possibile futuro del reporting.

oreilly logo

O'Reilly diffonde il sapere degli innovatori attraverso i suoi libri tecnologici, servizi online, riviste, ricerche e conferenze tecniche.

Dal 1978, O'Reilly è stato cronista e catalizzatore degli sviluppi più all’avanguardia, puntando sulle tendenze tecnologiche che contano veramente e promuovendone l’adozione attraverso l’amplificazione dei "deboli segnali" inviati dai più grandi esperti del settore che stanno creando il futuro. Membro attivo della comunità tecnologica, O'Reilly ha una lunga tradizione di "evangelizzazione" e creazione di idee.

Scarica il libro per scoprire il passato, il presente e il futuro del reporting